Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 159 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

01/03/2019 - DEDUCIBILITÀ DEGLI ASSEGNI AL CONIUGE ANCHE IN ASSENZA DI PROVE CERTE

La Commissione tributaria regionale del Lazio si è pronunciata a in merito a un argomento molto delicato e importante, chiarendo una questione che ha spesso generato dubbi e incertezze. Mediante la sentenza n. 180/2019, che è stata depositata il 22 gennaio dell'anno in corso in segreteria, i giudici hanno evidenziato come la deducibilità dal reddito degli assegni corrisposti a titolo di mantenimento al coniuge in caso di separazione, sia da considerarsi indiscutibile, anche senza prove certe; tuttavia, occorrono alcuni indizi concordanti. La sentenza nasce in conseguenza di un ricorso presentato dall'istante in materia contro un'azione portata avanti dall'Agenzia delle Entrate. Dopo che la Commissione tributaria provinciale di Roma aveva dato ragione al contribuente, la Commissione tributaria regionale aveva invece sposato il punto di vista dell'Agenzia, ribaltando la decisione precedente. Il ricorso successivo alla Cassazione ha infine premiato il contribuente, perché negli atti acquisiti al procedimento, emergevano alcune circostanze ritenute sufficienti nell'attestare l'avvenuto adempimento dell'obbligazione di mantenimento da parte del coniuge.