Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 86 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

22/01/2019 - AZIENDE, NUOVO CREDITO DI IMPOSTA PER L’ACQUISTO DI PRODOTTI RICICLATI

L’attenzione per l’ambiente è ormai un tema caldo e della massima importanza da anni: negli ultimi tempi si sono infatti fortunatamente moltiplicate le iniziative rivolte alla tutela del patrimonio ambientale, anche in conseguenza delle notizie, spesso molto preoccupanti, sullo stato di salute del nostro Pianeta in generale, ma anche del territorio italiano. Lo spreco e il consumo eccessivo delle risorse, unitamente a una scarsa attenzione per elementi come l’aria e l’acqua, hanno generato inevitabilmente una serie di problematiche non più trascurabili. Anche in questa direzione, ossia nel tentativo di mettere in atto scelte capaci di favorire una maggiore attenzione per tematiche tanto importanti, va il nuovo credito d’imposta introdotto nella Legge n. 145/2018, ossia la Legge di Bilancio 2019: in particolare, i commi dal 73 al 77 dell’articolo unico provvedono a riconoscere un credito di imposta pari al 36% delle spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di: imballaggi biodegradabili e compostabili in linea con la normative UNI EN 13432:2002; derivati dalla raccolta differenziata di carta e alluminio; prodotti realizzati mediante l’utilizzo di materiali proveniente dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. Il tetto massimo dell’importo riconosciuto a ciascuna impresa è di 20mila euro annui, mentre il limite complessivo è di 1 milione di euro. Tale credito di imposta non concorre alla formazione del reddito né tantomeno alla base imponibile IRAP ed è utilizzabile solamente in compensazione. Ora si attende, entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, l’apposito decreto ministeriale.