Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 46 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

03/01/2019 - L’OCSE PROMUOVE L’ITALIA IN MATERIA DI TRASPARENZA FISCALE

L’Ocse. Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ha promosso il nostro Paese in merito a un argomento molto importante, ossia la trasparenza degli accordi fiscali concessi alle aziende multinazionali: si tratta di un dato di non poco conto, che riguarda infatti le rilevazioni portate a termine dall’organizzazione in questione, avente sede a Parigi, e relative all’anno 2017. Attraverso tali informazioni, infatti, si ha a disposizione uno straordinario strumento per ottenere la piena conoscibilità della concorrenza sleale tra Paesi per quel che concerne l’universo fiscale e potere di conseguenza attivare tutte le necessarie azioni di contrasto. Secondo l’Ocse l’Italia è chiamata a migliorare soprattutto in relazione a due ambiti in particolare. Il primo riguarda la tempestività degli scambi, che dovrebbero avvenire con cadenza trimestrale, a fronte dei cinque mesi e mezzo impiegati nel 2017. Il secondo è invece identificabile nei regimi fiscali privilegiati, con particolare riferimento al patent box, soprattutto per quanto riguarda gli accordi sui marchi commerciali (ora esclusi dall'agevolazione) siglati durante il periodo transitorio di «grandfathering».