Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 170 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

02/01/2019 - STRALCIO MINI CARTELLE FINO A 1000 EURO, NESSUN ADEMPIMENTO PER I CONTRIBUENTI

A volte, nel passaggio di un Decreto legge a Legge (che in gergo tecnico si chiama conversione) accade che si verificano dei cambiamenti anche sostanziali e che stravolgono, di fatto, il contenuto stesso del provvedimento precedentemente realizzato. Tale dinamica però non riguarda una questione di cui si è molto parlato nelle ultime settimane, ossia l’azzeramento gratuito e automatico delle mini cartelle, vale a dire dei debiti che non superano la quota di mille euro. Per lo stralcio di tali debiti, infatti, tutto è rimasto come indicato dal Decreto Legge n. 119 del 23 ottobre 2018 all’articolo 4. Il contribuente non ha dovuto fare nulla per l’azzeramento di tali debiti relativi ai carichi relativi al periodo compreso fra il 2000 e il 2010: è stato infatti compito dell’Agente della riscossione quello di provvedere all’azzeramento automatico delle minicartelle in questione. Lo stralcio di cui sopra però non ha riguardato alcune categorie di debiti, come ad esempio quelli riconducibili alle “risorse proprie tradizionali” dell’Unione Europea e all’imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione oppure al recupero degli aiuti di Stato considerati illegittimi dall’Unione Europea ovvero da condanne pronunciate dalla Corte dei conti, così come multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna.