Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 343 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

18/10/2018 - DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730, POSSIBILI CORREZIONI

Come ogni anno, il Fisco dà la possibilità ai contribuenti di rimediare ad errori compiuti nella delicata attività di compilazione della Dichiarazione dei redditi. Nel caso in cui il modello 730/2018 contenesse degli errori o fosse caratterizzato da omissioni, il contribuente potrà presentare la dichiarazione integrativa per apportare le dovute correzioni al modello presentato originariamente. Dal modello, infatti, potrebbero emergere situazioni a favore del contribuente, nel caso di un maggior credito o di un minor debito, oppure situazioni sfavorevoli al contribuente nel caso di minor credito o maggior debito. Qualora fossero necessarie correzioni a favore del contribuente è possibile presentare il 730/2018 integrativo entro la data del 25 ottobre 2018: il sostituto d’imposta avrà poi il compito di portare a conguaglio nel mese di dicembre le somme risultanti. Come alternativa al 730 integrativo, il contribuente può sempre decidere di presentare il modello Redditi PF 2018 correttivo entro il 31 ottobre 2018 oppure entro il termine per la presentazione del modello Redditi PF 2018 relativo all'anno successivo (integrativo a favore) oppure entro il 31 dicembre del 5° anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione. Qualora la correzione comporti un minor credito o un maggior debito non sarà possibile utilizzare il modello 730/integrativo, ma bisognerà obbligatoriamente presentare il modello Redditi PF 2018 e pagare le somme dovute attraverso ravvedimento operoso e presentando il modello REDDITI PF 2018 “correttivo” o “integrativo” entro le seguenti scadenze: 31 ottobre 2018 correttivo nei termini; 30 settembre 2019 integrativa; 31 dicembre 2023 integrativa art. 2 comma 8 DPR 322/1998.