Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 64 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

02/10/2018 - ROTTAMAZIONE, BILANCIO POSITIVO PER IL FISCO

La parola rottamazione è un concetto che assume diverse sfumature in base al contesto entro cui viene utilizzata: tale termine ha trovato larga applicazione, specialmente di recente, anche in ambito fiscale, dove indica il tentativo da parte dello Stato di riappropriarsi di somme mai ricevute dai contribuenti, provando a rendere più facile e meno oneroso il processo di restituzione, ad esempio condonando interessi di mora, sanzioni e interessi di ritardata riscossione. Ciò che di fatto viene rottamato è l’enorme mole di cartelle Equitalia relative per l’appunto ai debiti contratti col Fisco, debiti che vengono dunque risanati con questa nuova misura: lo scopo era quello di recuperare grosse somme da imprese, famiglie e contribuenti di ogni sorta che, anche a causa della crisi, versano in situazioni finanziarie critiche. Prima del versamento della quinta e ultima rata, la cui scadenza era fissata per il 1° ottobre, i conti della rottamazione hanno superato le previsioni formulate in precedenza: a fronte dei 7,2 miliardi attesi, già in concomitanza con la penultima rata, con scadenza 31 luglio 2018, era stata toccata la somma di 7,5 miliardi di euro. Ora, in attesa che vengano completati i conti dopo la quinta e ultima rata, può essere dichiarato che l’obiettivo è stato raggiunto e superato, almeno in relazione all’obiettivo fissato inizialmente.