Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 138 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

01/08/2018 - PHISHING: ATTENZIONE ALLE EMAIL FALSE DALLE ENTRATE SUI RIMBORSI FISCALI

Tra le truffe che contraddistinguono gli ultimi anni, nel pieno dell’era digitale, il phishing assume indubbiamente un ruolo di rilievo: si tratta di una truffa che avviene in rete e che consiste nel tentativo, da parte di chi la mette in pratica, di ingannare la vittima di turno mediante la richiesta di informazioni personali presentandosi come un ente affidabile. E ancora una volta, come accaduto in passato con altri importanti soggetti istituzionali, il nome utilizzato per tentare di raggirare gli utenti è quello dell’Agenzia delle Entrate: è di questi giorni, infatti, la notizia che molti contribuenti stanno ricevendo e-mail false aventi per oggetto fantomatici rimborsi fiscali. Le Entrate, una volta appresa la notizia, hanno immediatamente provveduto a emettere un comunicato mediante il quale esortano i contribuenti che hanno ricevuto tale comunicazione falsa relativa ai rimborsi, di cestinare le e-mail arrivate. Nel messaggio, che inoltre porta in facile errore il destinatario, è presente il logo dell'Agenzia delle Entrate, s'informa su una presunta procedura «di rimborso non andata a buon fine» e, di conseguenza, si invita il destinatario della missiva ad accedere al proprio portale per elaborare «manualmente» il rimborso, con l'ulteriore possibilità, durante il processo, di «aggiornare le informazioni dell'account fornite». L’invito rivolto ai contribuenti, dunque, è quello di usare la massima prudenza e, nel caso di dubbi in merito, di rivolgersi direttamente all’Agenzia o ai professionisti del settore fiscale come ad esempio il Caf Italia.