Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 87 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

15/05/2018 - PRIMO TRIMESTRE 2018, IN CALO LE ENTRATE DA ACCERTAMENTO

Strumenti come la rottamazione e la voluntary disclosure rappresentano sicuramente dei mezzi efficaci per far crescere la quantità e il volume economico delle entrate fiscali, voce di fondamentale importanza per il bilancio pubblico. Ma fatalmente, terminato l’effetto di questi due strumenti, si registra un calo abbastanza significativo per gli incassi dello Stato. A far emergere tale situazione è il bollettino presentato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che, con riferimento al trimestre gennaio-marzo del 2018, fa registrare un calo del 3% nel gettito derivante da ruoli. In termini assoluti, gli introiti dell'attività di accertamento e controllo della macchina amministrativa si attesta a 1.969 milioni di euro così suddivisi: 1.061 mln di euro delle imposte dirette (con una flessione del 12%, rispetto al precedente periodo 2017) e con un aumento, al contrario delle imposte indirette di 86 milioni di euro pari a 10,5%. Tasse automobilistiche e Iva consentono alla indirette di ottenere ancora risultati positivi, mentre sono pressoché dimezzate le entrate relative ai ruoli su imposte ipotecarie, di bollo e di registro. Nel provare ad analizzare la situazione, si guarda con cautela ai dati, anche se fra gli addetti ai lavori serpeggia la convinzione che l’efficacia dell’azione di controllo e di recupero non viva un momento molto positivo, anche per via delle riduzioni degli accertamenti nel corso degli ultimi anni che, inevitabilmente, hanno avuto ripercussioni anche sui ruoli.