Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 172 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

09/05/2018 - SCISSIONE DEI PAGAMENTI E NUOVI SOGGETTI, CIRCOLARE DELLE ENTRATE

Come è ormai noto, a seguito delle novità introdotte per mezzo della Legge di Stabilità 2015, il meccanismo della scissione dei pagamenti prevede che per gli acquisti di beni e servizi effettuati da soggetti affidabili, vale a dire Pubblica Amministrazione e Società, l’Iva addebitata in fattura debba essere versata direttamente all’Erario dagli acquirenti e non più dal fornitore. A fornire ulteriori chiarimenti in materia arriva adesso un documento di prassi targato Agenzia delle Entrate, ossia la Circolare 9/E del 7 maggio 2018, tesa per l’appunto a far luce in particolare sulla platea di nuovi soggetti verso cui, a far data dal 1à gennaio 2018, è oramai obbligatorio emettere fattura mediante la scissione dei pagamenti. In conseguenza delle modifiche apportate dalla Legge n. 172/2017, l’applicazione della scissione dei pagamenti interessa pure enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona; fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche per una percentuale complessiva del fondo di dotazione non inferiore al 70% o che comunque siano controllate da soggetti pubblici; società controllate direttamente o indirettamente dagli enti sopra elencati e dalle società soggette allo split payment; società partecipate per una quota non inferiore al 70% da amministrazioni pubbliche e da enti e società soggette allo split payment. La comunicazione delle Entrate ricorda infine che eventuali comportamenti non corretti posti in essere dai contribuenti prima della pubblicazione dei chiarimenti forniti con la circolare di ieri non comporteranno sanzioni, a patto che nessun danno sia stato causato all’Erario con il mancato versamento dell’imposta dovuta.