Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 142 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

13/04/2018 - BONUS PER GLI STRUMENTI MUSICALI ATTIVO ANCHE PER IL 2018

In un Paese come il nostro, si dice spesso che per far ripartire l’economia e lasciarsi alle spalle gli effetti nefasti della crisi bisognerà avere il coraggio di puntare con decisione anche sulla cultura, fiore all’occhiello della nostra realtà storica e presente. A tal proposito, incoraggiare gli investimenti in questo variegato settore significa anche favorire e agevolare ogni singolo cittadino con iniziative concrete che, molto spesso, si traducono in facilitazioni d’acquisto e benefici di natura fiscale. Un recente intervento delle Entrate va concepito proprio nel solco di questa logica: si tratta del Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 60401 del 19 marzo 2018, mediante il quale vengono chiarite le regole e le modalità di applicazione del contributo una tantum pensato e messo in pratica per gli studenti iscritti ai licei musicali, ai corsi preaccademici, ai corsi del precedente ordinamento e ai corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica, potranno usufruire del contributo una tantum (erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita comprensivo di IVA) previsto per l’acquisto di strumenti musicali nuovi. Gli studenti in regola col pagamento di tasse e contributi per l’iscrizione potranno beneficiare di un contributo che non superi il 65% del prezzo finale, e comunque non oltre il tetto stabilito di 2.500 euro: tale contributo potrà essere utilizzato anche per l’acquisto di un singolo componente di uno strumento. Senza addentrarci troppo sugli aspetti tecnici, che è possibile consultare al link che segnaliamo sopra relativo al testo del Provvedimento, ricordiamo altresì che ai rivenditori o ai produttori degli strumenti musicali viene riconosciuto un credito d’imposta di ammontare pari al contributo riconosciuto agli studenti sotto forma di sconto, nel limite delle risorse stanziate di 10 milioni di euro (per il 2018), assegnate in ordine cronologico.