Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 89 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

04/01/2018 - UNIVERSITARI, DETRAZIONI PIÙ AMPIE IN MATERIA DI AFFITTI

Tra le numerose materie investite dalle novità della Legge di Bilancio, troviamo anche il mondo degli studenti universitari, da sempre molto interessato alle normative di carattere fiscale, in particolar modo per quel che concerne le agevolazioni previste a beneficio di chi intraprende un percorso accademico. Poche settimane fa, il Decreto Legge n. 148 del 16 ottobre 2017 aveva introdotto alcuni cambiamenti riconducibili alla questione, molto importante, delle detrazioni per gli affitti agli studenti universitari fuori sede: tuttavia, arriva adesso una nuova correzione rispetto a quanto stabilito dal summenzionato decreto, correzione che mira anche a eliminare alcune imperfezioni legate all’interpretazione letterale del testo, al fine di evitare possibili equivoci. Le nuove disposizioni normative, dopo questo movimentato iter degli ultimi mesi, stabiliscono che per gli anni 2017 e 2018 il bonus spetterà anche se lo studente risiede nella stessa provincia ove ha sede l'ateneo, fermo restando il rispetto del requisito della distanza (100 km, ridotto a 50 km per chi vive in zone montane o disagiate). Dal 2019, invece, l'agevolazione tornerà a essere riconosciuta solo per gli universitari che studiano in un comune distante almeno 100 km da casa e, comunque, in una provincia diversa da quella di residenza. In definitiva, dunque, il quadro normativo che emerge in merito alle detrazioni a favore degli studenti universitari per quel che riguarda gli affitti è completato da quanto previsto dalla manovra, che ha quindi introdotto le agevolazioni (riduzione a 50 km per gli studenti che vivono in zone disagiate e possibilità di studiare nella medesima provincia) per i soli anni 2017 e 2018. Confermando tuttavia il bonus anche a regime, cioè dal 2019 in avanti.