Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 43 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

06/10/2017 - NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO, INDICAZIONI SUL PIANO D’IMPRESA

Agevolazioni valide su tutto il territorio nazionale che, in concreto, consistono in un finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili. Si tratta del nuovo incentivo per le donne e i giovani che intendono diventare imprenditori e che porta il nome di “Nuove imprese a tasso zero”. L’iniziativa in questione ha dunque uno specifico target di riferimento, vale a dire donne e giovani di età compresa fra i 18 e i 35 anni, ai quali è destinata la possibilità di beneficiare di importanti facilitazioni: premessa indispensabile è che le aziende beneficiarie siano composte in prevalenza da rappresentanti di queste due categorie. Le attività ammissibili sono la produzione di beni nei settori dell'industria dell'artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli, della fornitura di servizi alle imprese e alle persone, del commercio di beni e servizi, del turismo, della filiera turistico-culturale, finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l'accoglienza e dei servizi per l'innovazione sociale. Invitalia ha provveduto a fornire una guida alla compilazione del piano d’impresa per chi volesse avviare un’attività imprenditoriale usufruendo dei vantaggi previsti dalla legge: il piano d’impresa è un documento indispensabile, poiché reca informazioni assolutamente necessarie. È nel piano d’impresa, infatti, che viene descritta dettagliatamente l’idea imprenditoriale: esso deve inoltre indicare dati e profilo del proponente, descrizione dell'attività, analisi del mercato e relative strategia e aspetti tecnico-produttivi, economico-finanziari. Gli interessati dovranno quindi andare al sito www.invitalianuoveimpreseatassozero.it , scaricare il piano, compilarlo online e apporre la firma digitale del legale rappresentante nel caso di una società già costituita, oppure del referente di progetto nel caso di un futuro socio della società da costituire; il piano così redatto va poi trasmesso telematicamente con la domanda e gli allegati. Sono da considerare parte integrante del piano d’impresa anche i curricula vitae dei soci e dei soggetti richiedenti (in caso di società non costituita), nonché gli eventuali curricula dei dipendenti che ricoprano ruoli afferenti gli aspetti tecnici dell'iniziativa.