Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 481 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

07/04/2016 - CANONE RAI NELLA BOLLETTA ELETTRICA

Img

L'importo del canone RAI è stato ridotto a euro 100, anziché euro 113,50, ma la novità più importante consiste nel fatto che l'esistenza di un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la propria residenza anagrafica fa scattare la presunzione di detenzione di un apparecchio ricevente e, quindi, fa scattare l'obbligo di pagamento del canone RAI. Il versamento, si ricorda, non avverrà più tramite il bollettino postale, bensì tramite addebito nella bolletta dell’energia elettrica, in 10 rate mensili di pari importo da gennaio a ottobre. Per l'anno 2016, in via transitoria, il primo addebito avverrà nella prima fattura successiva al 1° luglio 2016, in cui saranno cumulativamente addebitate tutte le rate scadute fino a tale data. I contribuenti che non posseggono un TV, per non vedersi addebitare il canone RAI in bolletta, devono presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio all'Agenzia delle Entrate, secondo i termini e le modalità stabilite dal Provvedimento del 24 marzo 2016. In particolare, affinché la dichiarazione sostitutiva abbia effetto sull'intero canone 2016, deve essere presentata o tramite servizio postale entro il 30 aprile 2016; oppure, in via telematica, entro il 10 maggio 2016.