Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 85 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

11/07/2017 - CANONE TV SPECIALE

Grandi discussioni ha generato il provvedimento che, a partire dal 2016, ha inserito il canone televisivo all’interno della bolletta elettrica; le novità in materia però non sembrano essersi esaurite, in quanto pare sia in arrivo un canone tv speciale, da applicare però non alla totalità dei contribuenti, ma solo a chi detiene una partita Iva aperta tra il 2012 e il 2016. Andando più nello specifico, le lettere che la Rai sta provvedendo a inviare da fine giugno sono indirizzate a chi è in possesso di un apparecchio in grado di ricevere trasmissioni radiotelevisive, ma limitatamente in luoghi come locali aperti al pubblico, esercizi pubblici o comunque al di fuori dell’ambito famigliare: l’eventuale mancato pagamento dell’apposita tassa prevede sanzioni fino a 619 euro e il personale incaricato della Rai può effettuare in qualsiasi momento i dovuti controlli. Tale canone televisivo definito speciale, come anticipato, è stato dunque separato dalla bolletta elettrica e dalle altre utenze domestiche e spetta alla Rai l’onere di inoltrare i relativi bollettini ai soggetti interessati. Nell’anno in corso, però, le lettere di pagamento stanno ancora arrivando anche ai cittadini che non detengono un esercizio pubblico e che, di conseguenza, non sono soggette al canone speciale: nel caso in cui i contribuenti avessero dei dubbi in merito, è sempre possibile rivolgersi al servizio informativo riconducibile agli abbonamenti Rai. Il Caf Italia è sempre a disposizione per fornire i necessari chiarimenti su questo e su tutti gli altri argomenti di natura fiscale.