Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 81 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

31/01/2024 - CONTRIBUTI COLF 2024, LE ISTRUZIONI

Gli importi dei contributi previdenziali 2024 dovuti dai datori di lavoro per i lavoratori domestici aggiornati. E' stata pubblicata in data 29 gennaio 2024 la circolare INPS numero 23 del 2024, attraverso la quale l'Istituto comunica gli importi dei contributi previdenziali 2024 dovuti per i lavoratori domestici, a seguito della variazione tra il  2022 e il 2023 calcolata al 5,4%. La circolare ricorda che restano sempre in vigore: gli esoneri previsti dall'articolo 120, commi 1 e 2, della legge 23 dicembre 2000, numero 388, con decorrenza 1° febbraio 2001; gli esoneri istituiti ai sensi dell’articolo 1, commi 361 e 362, della legge 23 dicembre 2005, numero 266; la minore aliquota contributiva dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo CUAF . Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale a carico del datore di lavoro,  pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale). Da prestare attenzione al fatto che l'addizionale non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti. L'INPS ci tiene a ricordare anche la novità apportata dalla legge 29 dicembre 2022, numero 197, quest'ultima ha previsto per i lavoratori dipendenti che abbiano maturato i requisiti minimi per l'accesso al trattamento di pensione anticipata flessibile Quota 103, la possibilità di rinunciare all'accredito contributivo a proprio carico. Questo ha come conseguenza che:  viene meno l' obbligo di versamento contributivo da parte del datore di lavoro della quota a carico del lavoratore, a decorrere dalla prima scadenza utile per il pensionamento e la somma corrispondente va corrisposta  al lavoratore. A tal proposito, l’Istituto ha fornito indicazioni con la circolare numero 82 del 22 settembre 2023.