Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 119 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

30/11/2023 - DISPARITA' UOMO-DONNA NEI SETTORI LAVORATIVI, IL DECRETO PER IL 2024

Testo del Decreto interministeriale dei dati sulla disparità uomo-donna nei diversi settori e professioni, utili per le assunzioni agevolate nel 2024. Sul sito del Ministero del Lavoro è stato pubblicato il decreto interministeriale numero 365  datato 20 novembre 2023 con il quale il Ministero del lavoro  insieme al Ministero dell’Economia, individuano i settori e le professioni caratterizzati da un  alto tasso di disparità uomo-donna, utile ai fini delle assunzioni agevolate previste dell'art 4 commi8-11  dalla legge Fornero 92 2012. I settori e le professioni individuatii sono caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la media annua e sono elencati nelle apposite tabelle all'interno del decreto. Per questi settori si applicano le agevolazioni  definite dall'art . 4 commi 8-11 ovvero lo sgravio  contributivo pari al 50% dei contributi a carico dell'azienda per un anno  (cfr. circ. INPS n. 111/2013). La  legge di bilancio 2021 ha ampliato questo esonero portandolo a 100% dei contributi per le assunzioni nel 2021 e 2022. Sono agevolate in particolare le seguenti categorie di lavoratrici: donne con almeno 50 anni di età e disoccupati da oltre 12 mesi (comma 8);  donne di qualsiasi età, residenti in aree svantaggiate e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi (comma 11); donne di qualsiasi età, con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi (comma 11); donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi (comma 11). Per quanto riguarda il requisito dell'occupazione in un settore con accentuata disparità di genere, quindi, ogni anno viene emanato il  decretointerministeriale Lavoro-Economia che puntualizza sui dati aggiornati e sui settori e le professioni. Le informazioni sono elaborate sui dati rilevati nell'anno precedente, considerando  rilevante  la disparità che  supera almeno del 25% il tasso medio.  Il tasso di disparità medio è stato rilevato per l'anno 2022 in misura pari al 9,8%.  La soglia sopra la quale un settore è caratterizzato da un tasso di disparità uomo-donna superiore di almeno il 25 per cento del valore medio è pari al 12,2%. Le agevolazioni alle assunzioni si applicano quindi a tutti i settori che presentano una tale disparità (25%). Le agevolazioni alle assunzioni si applicano quindi ai seguenti settori: Agricoltura; Industria, entrando un pò più nel dettaglio, Costruzioni, Ind. estrattiva, Acqua e gestione rifiuti, Ind. energetica, Ind. manifatturiera; Servizi, specificando meglio, trasporto e magazzinaggio, informazione e comunicazione, servizi generali della Pubblica Amministrazione.