Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 192 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

26/09/2023 - EMERGENZA CALDO NEI LUOGHI DI LAVORO

Ampliata la cassa integrazione per temperature elevate. In arrivo protocollo condiviso per la sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Decreto legge 98 convertito in Gazzetta Ufficiale. I Ministeri del lavoro, della Salute e le parti sociali  hanno creato nei mesi precedenti alcune misure specifiche per la tutela dei lavoratori in questa fase di  emergenza climatica che porta picchi di calore insopportabili nei luoghi di lavoro. In data 26 luglio 2023 il  Governo ha approvato il decreto legge numero 98 del 2023 pubblicato in Gazzetta 2 giorni dopo (28 luglio) che  prevede anche un accordo tra le parti sociali assistite dai Ministeri per la gestione a lungo termine di queste emergenze, con protocolli settoriali  di sicurezza  in particolare per i settori dell'agricoltura e dell'edilizia. Il testo prevede: Per le attività lavorative del periodo luglio-dicembre 2023, la neutralizzazione, ai fini del calcolo dei limiti di durata massima di cassa integrazione ordinaria, dei periodi oggetto di trattamento ordinario di integrazione salariale (CIGO) per eventi oggettivamente non evitabili quali le eccezionali emergenze climatiche, estendendo anche al settore edile, lapideo e delle escavazioni, lo strumento già operante per altri settori. La possibilità di ricorrere al trattamento d’integrazione salariale agricola (CISOA) a seguito di eccezionali eventi climatici, per le sospensioni o riduzioni dell'attività lavorativa effettuate nel periodo intercorrente dalla data di entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2023, anche in caso di riduzione dell’orario di lavoro, non conteggiando detti periodi di trattamento ai fini del raggiungimento della durata massima di 90 giornate l’anno stabilita dalla vigente normativa. I Ministeri del lavoro e delle politiche sociali e della salute favoriscono la sottoscrizione di intese tra organizzazioni datoriali e sindacali per l’adozione di linee-guida e procedure concordate ai fini dell’attuazione delle previsioni del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, potendo recepire dette intese con proprio decreto. Entro il 30 novembre 2023, possa essere versato, in quota parte, il contributo di solidarietà previsto dalla legge di bilancio 2023 da parte di determinati soggetti operanti nel settore energetico senza applicazione di sanzioni e interessi. Il rinvio del versamento del cosiddetto pay back nelle forniture di dispositivi medici. E' stato consegnato alle parti sociali  un documento con le linee guida per la riduzione del rischio dei lavoratori esposti ad alte temperature, redatto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero della Salute,  per una analisi approfondita ed eventuali modifiche e implementazioni da parte delle associazioni di categoria. E' stata già condivisa comunque tra le parti  l’opportunità di affidare alla contrattazione territoriale il dettaglio delle linee guida, a partire dallo schema unico a livello nazionale. Il decreto convertito  legge è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 23 settembre 2023, praticamente senza modifiche