Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 213 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

25/09/2023 - BONUS BENZINA 2023, IN PREPARAZIONE IL DECRETO LEGGE

Notevolmente modificato ma non cancellato il nuovo contributo contro il caro benzina per le famiglie con redditi bassi. Proroga possibile dei bonus bollette. Guardando crescere i costi dei carburanti, il Governo sta preparando alcune misure per andare incontro alle famiglie. Il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare il decreto; fissato oggi, lunedì 25 settembre. Per il  buono carburante in particolare,  emerge dalle bozze in circolazione che si parla di un  contributo statale erogato direttamente nella Carta spesa Dedicata a te alle famiglie già beneficiarie. Non si parla piu quindi di bonus benzina come importo erogato esentasse dai datori di lavoro in busta paga ai dipendenti. Il Governo stava pensando di introdurre un bonus benzina nel caso in cui i costi del carburante superassero  la soglia dei 2 euro e si mantenessero a quei livelli. Il caso si sta effettivamente verificando  anche per il taglio alla produzione di greggio deciso dai paesi dell'OPEC pochi giorni fa.Per contrastare questa emergenza il Governo ha escluso il tanto atteso taglio delle accise che avrebbe potuto abbassare i prezzi anche di 30 centesimi al litro perché il provvedimento  avrebbe  un costo molto più alto , di almeno 13 miliardi. Inoltre secondo la maggioranza sarebbe un vantaggio rivolto anche ai ceti piu abbienti che non hanno bisogno di aiuti . Si preferisce quindi una misura ad hoc solo per i redditi piu bassi, anche se questo, va detto,  comporta qualche costo amministrativo e organizzativo in più. Come detto il nuovo bonus benzina è tra le misure inserite in un nuovo decreto legge di emergenza. Per il  contributo alle famiglie per i costi del carburante si era pensato inizialmente  ad un importo di 150 euro  riservato  alle famiglie con  soglia ISEE fissata a 25mila euro, eventualmente rinnovabile a dicembre. I costi di questa misura però sembrano ancora troppo alti  per le esigue risorse a disposizione. L'ipotesi che circola ora è di un bonus da 80 euro erogato tramite la carta Dedicata a Te. Non si sa ancora se la platea di beneficiari sarà la stessa già individuata dall'INPS e i comuni ( famiglie con ISEE fino a 15mila euro e almeno 3 componenti ) o se verrà ampliata. Maggiori chiarimenti arriveranno nei giorni a seguire.