Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 197 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

05/09/2023 - BONUS (RESIDUO) TRASPORTI 2023

Dal 1 settembre 2023, alle ore 8.00 riaperto lo sportello: possibile fare domanda del bonus trasporto pubblico per le risorse residue.Il ministero del lavoro aveva comunicato non molto tempo fa che le risorse spendibili per il bonus trasporti dell'anno 2023 erano quasi esaurite. Il ministero ribadiva inoltre: "al momento dell’esaurimento dei fondi, la possibilità di effettuare la richiesta di nuovi bonus sulla piattaforma verrà temporaneamente disabilitata. Sarà comunque possibile effettuare un nuovo tentativo di richiesta di bonus a partire dalle ore 8 del primo settembre 2023 per usufruire degli eventuali residui generati dal mancato utilizzo di bonus richiesti nel mese di agosto 2023. Meccanismo che verrà ripetuto nei mesi successivi fino a completo esaurimento del budget totale" (ad oggi è di 2.302.831,73 euro il saldo rimanente). Quindi non solo in data 1 settembre ma anche il primo  giorno del mese ad ottobre, novembre e dicembre teoricamente si potrà tentare di presentare domanda.Si rammenta che il bonus gratuito di 60 euro per biglietti e abbonamenti ai mezzi pubblici ai richiedenti con reddito fino a 20mila euro,  non è altro che una  riconferma di quella già messa in campo precedentemente dal Governo Draghi con il decreto Aiuti 50/2022, ma con un budget inferiore, in quando destinata a una platea di beneficiari più ristretta( la soglia per il 2022 era di 35mila euro). Il ministero fa sapere che ad oggi sono stati impegnati oltre  97 dei 100 milioni di euro complessivamente a disposizione. Il contributo è stato richiesto in primo luogo per abbonamenti a Trenitalia  (consistente in 366.939 buoni) mentre sono salite complessivamente a 984 le aziende di trasporto disponibili a gestire il bonus. Il comunicato evidenzia che l'agevolazione è richiesta principalmente da giovani  (oltre il 56% dei beneficiari è under 30), dato abbastanza scontato visto che è la categoria in generale meno abbiente, costretta a utilizzare i mezzi pubblici oltre che per ragioni economiche anche per ragioni di sostenibilità ambientale. Si ricorda che per la  richiesta del Bonus trasporti è necessario accedere tramite SPID o Carta di Identità Elettronica (CIE) - sulla piattaforma governativa.