Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 145 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

22/08/2023 - IRPEF DIPENDENTI, NELLA RIFORMA FISCALE AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI

Delega fiscale in Gazzetta: tassa piatta su premi, straordinari e tredicesima, deduzione costi e previdenza integrativa, incentivi al trasferimento nei piccoli Comuni. E' stata approvata definitivamente dalla Camera dei deputati in terza lettura il 4 agosto scorso la legge delega per la riforma fiscale ed è stata pubblicata il 14 agosto in Gazzetta Ufficiale, come legge numero 111 dell'anno 2023. Come già risaputo la legge delega definisce principi generali e criteri per la definizione della nuova struttura della tassazione, invece le specifiche sull'applicazione e i dettagli operativi saranno definiti con decreti legislativi, per la cui approvazione ai quali è fissato un tempo di 24 mesi a partire dalla data di entrata in vigore (29 agosto 2023). All'interno dell'articolo 5; dedicato all'imposta sui redditi delle persone fisiche  "IRPEF", il principio di fondo è quello di  perseguire la revisione e la graduale riduzione dell’Irpef, nel rispetto del principio di progressività  ma comunque con la prospettiva di transizione del sistema verso l'aliquota impositiva unica. Tale finalità è perseguita mediante il riordino delle deduzioni dalla base imponibile, degli scaglioni di reddito, delle aliquote di imposta, delle detrazioni dall'imposta lorda e dei crediti d'imposta, tenendo conto anche: della  composizione del nucleo familiare, in special modo per la presenza di persone con disabilita e dei costi sostenuti per la crescita dei figli; la tutela del bene casa, in proprietà o in locazione e; di quello della salute delle persone; dell'istruzione; della previdenza complementare; e infine degli obiettivi di miglioramento dell'efficienza energetica e della riduzione del rischio sismico e di rigenerazione urbana. Per quel che riguarda la tassazione sul lavoro dipendente si prevede l'applicazione della flat tax, questa altro non è che un’imposta agevolata  sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali regionali e comunali sulla retribuzione: per  le ore di straordinario, le quote dei premi di produttività che superano le soglie per le agevolazioni già previste e per le tredicesime. Altro principio cardine introdotto con la legge delega è quello di consentire la deduzione dal reddito di lavoro dipendente e assimilato, anche in misura forfettizzata, delle spese sostenute per la produzione del lavoro stesso (come il costo del trasporto), come già avviene per il lavoro autonomo. Si prevede anche la possibilità, per tutti i contribuenti, di poter dedurre i contributi previdenziali obbligatori in sede di determinazione del reddito di categoria, consentendo, in caso di incapienza, di sottrarre l’eccedenza dal reddito complessivo. Saranno previsti in più anche incentivi per favorire la stipulazione di assicurazioni contro le calamità naturali, come i recenti eventi emergenziali del meteo. Per concludere, la legge delega prevede la possibilità di introduzione, per un periodo limitato di tempo, di misure di agevolazione fiscale per  le persone fisiche volta favorire i trasferimenti di residenza nei comuni periferici e ultraperiferici del territorio nazionale.