Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 246 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

21/08/2023 - SUPPORTO FORMAZIONE E LAVORO, REQUISITI E DATE

Cos'è il Supporto formazione e lavoro in vigore dal 1 settembre 2023: i requisiti, come accedere. A sostituire il Reddito di cittadinanza c'è il Supporto formazione e lavoro. Questo altro non è che uno dei nuovi contributi economici dello Stato collegati a obblighi di formazione e riqualificazione professionale. Istituito per le  persone disoccupate con reddito davvero molto basso dal decreto numero 48 del 2023, sarà operativo dal 1 settembre 2023. Entrando nello specifico i requisiti per poter accedere sono i seguenti: età compresa tra 18 e 59 anni; ISEE familiare non superiore a euro 6.000 annui; che fanno parte di  famiglie in cui non sono presenti minori persone di almeno 60 anni o disabili ( che in tal caso hanno accesso all'assegno di inclusione). Il Supporto per la formazione e il lavoro può in realtà essere adoperato anche dai singoli componenti dei nuclei familiari che percepiscono l'Assegno di Inclusione che decidono  liberamente di partecipare ai percorsi di politiche attive per il lavoro, anche se non sottoposti agli obblighi e purchè non siano calcolati nella scala di equivalenza per il calcolo dell'Assegno. Il Supporto per la formazione e il lavoro è quindi evidentemente incompatibile con il Reddito di cittadinanza e con la Pensione di cittadinanza e con  tutti gli altri strumenti di sostegno al reddito per la disoccupazione involontaria. Per poter accedere occorre: fare richiesta all'INPS dichiarando la propria disponibilità al lavoro mediante la piattaforma del Sistema informativo per l'inclusione sociale lavorativa (SIISL) e inoltre recarsi al centro per l'impiego  competente, per la stipula del patto di servizio personalizzato, che può prevedere l'adesione ai servizi al lavoro e ai percorsi formativi previsti ( ad esempio la frequenza per il completamento dell'obbligo scolastico, se assente). L'effettiva partecipazione dei soggetti ai corsi e alle attività,  con conferma almeno ogni  90 giorni, da diritto a ricevere una indennità pari a 350 euro mensili. Tale importo è erogato per tutta la durata della misura, entro un limite massimo di 12 mesi, mediante bonifico mensile da parte dell'INPS.