Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 131 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

28/06/2023 - BONUS BARRIERE ARCHITTETONICHE, ELENCO DELLE SPESE AMMESSE NEGLI APPARTAMENTI

Bonu barriere architettoniche spetta fino al 2025 detrazioni saranno al 75%. Tramite la circolare numero 17 del 26 giugno 2023 le Entrate oltre a ripetere il perimetro delle agevolazioni hanno fornito gli attesi chiarimenti sul bonus barriere architettoniche. Intanto, si rammenta che la Legge di Bilancio 2023 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2022 e in vigore dall'1 gennaio, ha prorogato fino al 31 dicembre 2025 il cosiddetto bonus barriere archiettetoniche, questo non è altro che la detrazione prevista per gli interventi finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche. Con la Circolare numero 17 del 26 giugno viene in particolare specificato che possono ritenersi, altresì, agevolabili gli interventi realizzati sulle singole unità immobiliari anche non funzionalmente indipendenti (ad esempio interventi su un appartamento posto in condominio) nel limite massimo già previsto per le unità unifamiliari di 50.000 euro. Inoltre viene specificato che, l’agevolazione spetta per la realizzazione di interventi solo in edifici già esistenti. Le opere in questione possono essere realizzate sia sulle parti comuni che sulle singole unità immobiliari e si riferiscono a diverse categorie di lavori, quali per citarne alcuni: la sostituzione di finiture (pavimenti, porte, infissi esterni, terminali degli impianti); il rifacimento o l’adeguamento di impianti tecnologici (servizi igienici, impianti elettrici, citofonici, impianti di ascensori); il rifacimento di scale ed ascensori; l’inserimento di rampe interne ed esterne agli edifici e di servoscala o di piattaforme elevatrici. In concreto la detrazione spetta a condizione che gli interventi siano funzionali ad abbattere le barriere architettoniche dove presenti nonchè, in caso di sostituzione degli impianti, per le spese relative allo smaltimento alla bonifica dei materiali e degli impianti sostituiti. La medesima detrazione spetta, anche, per le spese sostenute per le opere di completamento dei predetti interventi quali, ad esempio, quelle di sistemazione della pavimentazione e di adeguamento dell'impianto elettrico nonchè di sostituzione dei sanitari. La norma in esame proroga al 31 digembre 2025 l'agevolazione. Ricordiamo inoltre, che l'agenzia delle Entrate con un documento di prassi del 2022 ha chiarito dettagliatamente che il bonus barriere architettoniche spetta anche per il rifacimento del bagno del disabile.