Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 204 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

17/05/2023 - CARTA ACQUISTI AL VIA DA LULGIO 2023

A chi spetta e come funziona il nuovo buono spesa alimentare per famiglie con ISEE fino a 15 mila euro. La gestione sarà affidata all'INPS e ai Comuni. E' in vigore il decreto ch istituice nuovi buoni spese per l'acquisto riguardante i beni alimentari di prima necessità, stanziati 500 milioni di euro per l'anno 2023. Il decreto è stato firmato dai ministri dell'Agricoltura e dell'Economia, ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 maggio e prevede che la carta Acquisti sarà operativa dall'1 luglio 2023 per 1 milione e 300 mila beneficiari con ISEE sotto i 15 mila euro. La carta acquisti alimentare sarà dio 382,50. Non c'è bisogno di fare richiesta. Necessario l'ISEE aggiornato. I soggetti beneficiari del contributo sono i cittadini apparteneneti a nucei familiari che risiedono nel territorio della nostra pensola, in possesso dei seguenti requisiti alla data del 14 maggio dell'anno corrente: scrizione di tutti i componenti nell’Anagrafe comunale della Popolazione Residente; ISEE Ordinario, non superiore  ai 15.000,00 euro annui; non essere beneficiari alla stessa data del decreto di: Reddito di Cittadinanza; Reddito di inclusione qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà; Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito;Cassa integrazione guadagni; disoccupazione  agricola o altre forme di integrazione  salariale, o di sostegno erogate dallo Stato. All'interno di un nucleo familiare è concesso un solo contributo di importo complessivo minimo pari a 382,50 euro. Il contributo è spendibile per i soli beni alimentari di prima necessità, con esclusione di qualsiasi tipologia di bevanda alcolica, e potrà essere speso all'interno di tutti gli esercizi commerciali convenzionati che vendono generi alimentari. Entro 30 giorni dal decreto (15 giugno quindi) l'INPS dovrebbe rendere disponibili ai singoli Comuni gli elenchi dei possibili beneficiari sulla base dell'ISEE. I Comuni selezioneranno i beneficiari tra i nuclei familiari,  anche unipersonali, in effettivo stato di bisogno, sulla base di informazioni dei loro servizi sociali. Il contributo sarà erogato attraverso carte elettroniche di pagamento, prepagate e ricaricabili, postepay, e saranno consegnate agli aventi diritto press gli uffici postali abilitati a tale servizio. Le carte sono nominative e saranno operative a partire dal mese di luglio 2023. Se non vengono utilizzate per la prima volta entro il 15 settembre verranno ritirate.