Vai alla Home Page
Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 179 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

27/02/2023 - TORNANO NELLE CASSE DELLO STATO 2 MILIARDI DI EURO DALLE MULTINAZIONALI

Evasione internazionale, grazie alle multinazionali che hanno scelto l'accertamento con adesione, rientrano nelle casse dello Stato 2 miliardi di euro nell'ultimo triennio. In materia riguardante i bonus edilizi, i volumi  delle frodi risultano superiori ai dati dei soli sequestri operati dalla guardia di finanza (GDF), da aggiungere i dati dell'Agenzia delle Entrate, mentre il 98% degli illeciti si è consumato in date anteriori rispetto all'entrata in vigore del Decreto Anti Frode del 2021. Mentre le frodi riguardanti il Superbonus si aggirano al 4-5%. Nel mentre, le fiamme gialle si sono preparate per il metaverso, dove il Corpo entrerà con suo avatar. Questi alcuni dei temi principali toccati dal comandante generale della Guardia di Finanza, durante l'audizione in commissione finanza alle Camere, in relazione all'operatività del Corpo per il 2023.La Guardia di Finanza (GDF) si sta impegnando costantemente nel contrasto all'evasione fiscale internazionale, in particolar modo con riferimento alle forme di pianificazione fiscale aggressiva  poste in essere da multinazionali che non si mostrano all'erario pur operando stabilmente all'interno del territorio nazionale, trasferendo artificiosamente oltre frontiera i profitti maturati in Italia. Per questo dichiara il comandante generale della Guardia di Finanza, i controlli effettuati hanno permesso di far rientrare nelle tasche dello Stato oltre 2 miliardi di euro nell'ultimo triennio, senza considerare il periodo covid, in particolare grazie all'edesione spontanea delle società sottoposte a ispezioni. Un gettito significativo incassato senza asfissianti contenziosi, ma soprattutto un gettito importantissimo in vista futura, dal momento che questi accertamenti riflettono i propri effetti anche sulle successive annualità, dando luogo a maggiori entrate fiscali. E' stato svelato il dubbio sui numeri effettivi dele frodi da bonus edilizi, secondo la GDF la cifra si agirerebbe intorno ai 3,7 miliardi di euro anche se il Governo parla di cifre più alte, intorno ai 9 miliardi di euro. Sul punto il generale ha chiarito che i 3,7 miliardi si riferiscono ai soli sequestri operati dalla Guardia di Finanza, non considerando cioè i numeri dei crediti d'imposta sospesi dall'Agenzia dell'Entrate e tutti i valori non ancora sequestrati perchè sotto indagine, su cui vige il segreto.