Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 116 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

12/01/2023 - INFORMAZIONI SUL BONUS NIDO 2023

Ogni bambino di età non superiore a tre anni ha diritto al bonus nido/supporto domiciliare. Questo è un contributo economico utilizzabile come rimborso per le spese d'asilo nido effettuate oppure come ausilio riguardante le spese di assistenza in famiglia per i piccoli con patologie particolari, le quali privano i bambini della possibilità di frequentare gli asili. Nel primo dei due casi appena illustrati gli assegni vengono erogati alla famiglia mensilmente, in 11 rate; il genitore semplicemente deve presentare le copie delle ricevute dell'avvenuto pagamento delle rette dell'asilo e bisogna anche ricordare che il contributo mensile, comunque, non può superare la spesa prevista per la singola retta. Nel secondo caso invece il contributo verrà erogato ai richiedenti in un unico versamento a seguito di una dichiarazione del pediatra che dichiari l'impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido a causa di una grave patologia. Per poter richiedere il bonus bisogna essere residenti in Italia; avere cittadinanza italiana o comunitaria oppure se extracomunitario avere il permesso di soggiorno dell'Unione Europe; il genitore richiedente deve essere convivente del bambino; il figlio deve essere nato o essere stato adottato nel periodo compreso fra il 01/01/2016 e il 31/12/2022. Al momento della presentazione dell'istanza si dovrà specificare anche quale forma di agevolazione si richiede, per quale anno e mese scolastico, nel caso di asili nido. Il richiedente che intende usufruire del bonus nido dovrà specificare anche se l'asilo nido frequentato dal bambino sia pubblico o privato, indicarne il nome il codice fiscale della struttura e le mensilità per le quali intende ricevere il beneficio, ma per i mesi eccedenti quelli già indicati nella domanda sarà obbligatorio presentare un nuova proposta che sarà sottoposta alla verifica della disponibilità dei fondi. Alla presentazione della domanda dovrà anche essere aggiunta la documentazione che confermi l'iscrizione o comunque l'avvenuta entrata in graduatoria del bambino. Qualora la richiesta riguardi il bonus per il supporto a bambini fino a tre anni che non possono frequentare l'asilo, sarà obbligatoria come già detto la dichiarazione del pediatra che accerti la patologia e l'impossibiltà di frquentare l'asilo. Verranno erogati anche eventuali arretrati ma solo tra il momento della richiesta e il momento dell'erogazione e solo nei limiti di tre annualità totali. Per tutte le informazioni in merito a modalità e criteri per l'ottenimento del bonus vi invitiamo a contattare una delle sedi Caf Italia presenti sul territorio nazionale.