Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 34 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

24/11/2022 - ,LA PRIVACY NON SI TOCCA, NEANCHE NEI CONDOMINI

Una delle materie più delicate e importanti degli ultimi anni è senza ombra di dubbio il rispetto della privacy, argomento in nome del quale si susseguono quotidianamente casi e vicende che riguardano cittadini di ogni età, provenienza ed estrazione sociale. Sbandierata come ultimo baluardo del diritto alla riservatezza per quel che concerne la propria vita privata da personaggi illustri che, spesso loro malgrado, si trovano a pagare un prezzo altissimo per la loro popolarità, è in realtà un tema sempre più caldo e attuale che interessa potenzialmente chiunque, perché ogni cittadino è portatore del diritto alla privacy ma, allo stesso tempo, ogni cittadino deve prestare grande attenzione a non violare determinate regole per non incappare in provvedimenti a suo carico proprio per non aver rispettato, magari in maniera involontaria, la privacy di qualcun altro. Di recente sono stati i Giudici della Corte di Cassazione a intervenire sulla materia in questione mediante l'ordinanza n. 29323, pubblicata lo scorso 7 ottobre 2022: nel farlo hanno evidenziato come sia vietato esporre nella bacheca condominiale la documentazione che possa fare riconoscere il nominativo dei condomini morosi: l'autore di tale atto si espone di conseguenza al risarcimento dei danni per diffusione indebita dei dati personali, anche per via del fatto che le informazioni veicolate possono venire a conoscenza di soggetti terzi che stazionano o sono di passaggio proprio nelle parti comuni.