Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 35 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

05/08/2022 - CRESCITA E PROSPETTIVE DOPO LA PAUSA ESTIVA

"La pausa estiva rappresenta spesso una sorta di spartiacque ufficioso delle dinamiche politiche, sociali, governative ed economiche del Paese - dice la Dottoressa Maria Emilda Sergio, Amministratore Unico del Caf Italia - con il mese di agosto che, arrivando, porta con sè riflessioni e giudizi su quanto fatto nel corso dell'anno prima del rush finale. Si tratta di un momento di grande importanza in genere ma che riveste un peso enorme in questo 2022, anno della rinascita dopo il lungo ed estenunte periodo contraddistinto dalla pandemia globale ma che è stato purtroppo condizionato da altri gravi eventi e da numerose problematiche, a partire dal dramma del conflitto in terra ucraina e passando per i rincari relativi all'energia, per le tensioni pesanti a livello internazionale e al ridimensionamento delle speranze di crescita. Inoltre, per quanto riguarda l'Italia il mese di agosto avrà grande rilevanza politica anche perchè - aggiunge l'Amministratore Unico del Caf Italia - saremo nel pieno della campagna elettorale in vista delle prossime elezioni":

Il mese di settembre, storicamente di per sè già decisamente caldo e impegnativo, assume quest'anno contorni davvero particolari e presenta già una data da segnare in rosso sul calendario: ci riferiamo ovviamente a quella di domenica 25 settembre, quando gli italiani saranno chiamati al voto per esprimere le proprie preferenze politiche e consegnare il governo del Paese ai vincitori. Si tratta di una fase decisamente delicata della nostra storia, con la necessità di far fronte alle necessità da affrontare con lucidità e prontezza, di mantenere gli impegni con l'Europa, soprattutto nell'ambito del Piano Nazionale di ripresa e Resilienza, e di realizzare quelle riforme attese da tempo e che riguardano diversi settori cruciali, dalla Pubblica Amministrazione al lavoro, dal Fisco alla giustizia.

Il sopraggiungere del mese di agosto ha fatto sì che si stoppasse un intenso periodo di attività che è culminato nella fine dell'ultima esperienza di Governo: le ultime settimane, in particolar modo, sono state decisamente frenetiche e adesso si prospetta un mese di agosto abbastanza movimentato, con il susseguirsi di programmi, progetti, trattative e accordi, nel solco delle tradizionali campagne elettorali. Le sfide che attendono il Paese sono varie, numerose e difficili, ma qualunque sia il responso delle urne occorrerà poter contare sull'apporto di tutti per favorire e realizzare un concreto e solido processo di crescita economica. Non bisognerà mai perdere di vista gli obiettivi in primo piano, a partire dalla necessità di conseguire i risultati necessari affinchè si soddisfino i requisiti richiesti per l'ottenimento delle risorse legate al PNRR, indispensabili per traghettare l'Italia verso una nuova fase.

"L'ultima parte del 2022 racchiude indubbiamente una serie di sfide, compiti e situazioni di estrema rilevanza - sono le parole dell'Amministratore Unico del Caf Italia, la Dottoressa Maria Emilda Sergio - che saranno fondamentali per il presente e per il futuro immediato del nostro Paese. Bisognerà operare lo strappo decisivo per lasciarsi alle spalle le difficoltà del periodo segnato dal Covid ma anche per provare finalmente a superare problematiche che ci portiamo dietro da decenni e che finalmente sarà possibile affrontare grazie anche agli aiuti da Bruxelles. Sarà interessante capire anche come il Paese risponderà alla chiamata elettorale - conclude la Dottoressa Maria Emilda Sergio - per valutare il grado di partecipazione e di vicinanza attiva alle vicende politiche, nella speranza che a partire dagli ultimi mesi dell'anno si possa contare su una stabilità governativa che possa consentire di mettere in piedi una strategia anche di medio e lungo periodo".