Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 57 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

21/07/2022 - TRANSIZIONE ECOLOGICA SOSTENUTA DAI CITTADINI

La necessità di mettere al centro dell'agenda politica le sempre più urgenti questioni legate alla salvaguardia dell'ambiente ha portato a dare, finalmente, sempre più spazio e attenzione a misure volte a favorire l'adozione di componenti virtuosi in merito a tale delicata tematica. Via via che l"argomento in esame si è imposto in ambito politico e istituzionale, ha finito per coinvolgere in maniera sempre più forte e diretta i comuni cittadini, i quali hanno imparato a prendere confidenza con la materia in oggetto e a comprenderne appieno l'importanza. Tale nuova consapevolezza emerge in modo sempre più chiaro e netto anche dalle numerose indagini statistiche condotte negli ultimi anni e che coinvolgono ampie fette della popolazione italiana: l'attenzione per i temi ecologici cresce in mano esponenziale e, anche in virtù della grande copertura mediatica sull'argomento, non si è più al cospetto di una problematica di nicchia. Tale cambiamento di approccio e di prospettiva è evidenziato anche dalle ultime informazioni raccolte, poiché per 7 italiani su 10, ad esempio, la transizione ecologica rappresenta una vera urgenza che richiede quindi il passaggio in direzione di prodotti e metodi di produzione in linea col concetto di sostenibilità e la metà dei cittadini del nostro Paese afferma che tale transizione verde sia giusta, esprimendo però al contempo delle perplessità sul fatto che possa essere applicata concretamente in tutti i settori. Un aspetto decisamente interessante è che per la maggioranza delle persone non sia più una buona motivazione il rischio di una diminuzione dei posti di lavoro per poter giustificare un rinvio della transizione ecologica: se dovesse verificarsi un problema legato all'occupazione come conseguenza della riduzione di impatto ambientale dei processi di produzione, sarebbe opportuno affrontare il problema cercando soluzioni diverse, con le imprese pronte a diminuire i profitti e lo Stato deciso a sostenere le imprese medesime utilizzando lo strumento dei bonus fiscali.