Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 87 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

19/05/2022 - PARADISI FISCALI, IN TESTA GLI U.S.A.

La trasparenza fiscale rappresenta ancora, per molti ambiti e per tante aree del mondo, un vero e proprio tallone d'Achille, tanto che periodicamente vengono aggiornate graduatorie di ogni genere per dare un quadro il più possibile preciso delle situazioni dubbie o palesemente irregolari che caratterizzano tante realtà nazionali. Al fine di incentivare la cooperazione tra i diversi Governi vengono sempre più spesso promosse e incoraggiate collaborazioni basate soprattutto sullo scambio di informazioni fra diversi soggetti: molto spesso sono entità sovranazionali a spingere per la realizzazione di un sistema di controllo e verifica sempre più efficace e affidabile. Tuttavia, come detto, persistono situazioni di difficile lettura a causa della ritrosia di determinati soggetti: a tal proposito, merita sicuramente attenzione che l’unica grande economia a non avere firmato la convenzione che impone reciprocità nell’assistenza fiscale è un Paese come gli Stati Uniti d'America. E una notizia di sicuro interesse riguarda proprio il colosso politico in questione, poiché proprio gli USA risultano essere il principale paradiso fiscale del Pianeta. Tale primato viene stabilito dal rapporto 2022 sulla trasparenza fiscale, la cui pubblicazione avviene grazie all’organizzazione britannica Tax Justice Network, in una classifica sicuramente poco lusinghiera in cui il posto d'onore spetta a una nostra vicina, vale a dire la Svizzera: il Paese elvetico, infatti, passa dal terzo al secondo posto. Alle spalle delle due nazioni sopra citate trovano spazio, per la minore trasparenza finanziaria, Singapore e Hong Kong, prima della comparsa di un altro Stato Europeo, il Lussemburgo.