Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 93 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

30/03/2022 - FALSE COMUNICAZIONI DELLE ENTRATE IN RETE

False comunicazioni dell’Agenzia su incongruenze nelle “liquidazioni periodiche - Iva” - Le mail hanno mittente “Direzione ” e oggetto “ordine di custodia sul registro tributario”, con il testo che si concentra su spiegazioni disponibili nel cassetto fiscale o nell’archivio allegato alla e-mail, al cui interno si trova il contenuto dannoso; Messaggio “Commissione parlamentare di osservanza sul registro tributario” - Il mittente è “Ufficio accertamenti ” e l’oggetto “Commissione parlamentare di osservanza sul registro tributario”, in cui ancora una volta il messaggio contiene un allegato da contenuto dannoso; o ancora, Mail per generici problemi di comunicazione con un allegato malevolo, con messaggi che molto spesso si caratterizzano per il fatto di contenere errori ortografici e parole in altre lingue e che si riferiscono, ad esempio, a generici problemi di comunicazione e indicano la password per aprire un archivio zip allegato o un file excel .xlsm contenente un software malevolo. Quelli elencati sono solo alcune delle nuove comunicazioni false e potenzialmente dannose che mirano a truffare gli utenti e che per perpetrare il proprio inganno simulano notifiche da parte dell'Agenzia delle Entrate. Il phishing, ossai il tentativo di truffa avente per obiettivo quello di impossessarsi di dati, codici di accesso e di ogni tipo di informazione possibile attraverso false comunicazioni in rete, è un problema di stretta attualità che è ritornato alla ribalta nei giorni scorsi e che ha spinto ancora una volta le Entrate a mettere in allerta i contribuenti. Il consiglio è di non aprire gli allegati di comunicazioni dalla dubbia provenienza, di rivolgersi ad esperti o alla sede del caf Italia di pertinenza per informazioni precise e di consultare la sezione “Focus sul phishing” presente sul portale delle Entrate, costantemente aggiornata con gli avvisi relativi alle ultime mail-truffa in circolazione, al fine di aiutare i cittadini a riconoscerle ed eliminarle immediatamente.