Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 118 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

24/02/2022 - CONTRIBUTI WEDDING, SI ASPETTA SOLO IL VIA LIBERA UE

Buone notizie per il cosiddetto comparto wedding, vale a dire il settore legato ai matrimoni, così come più in generale per quel che concerne l'organizzazione di feste, cerimonie, eventi, nonché per le attività collegate all'intrattenimento e per il settore denominato Horeca, riconducibile a hotellerie-restaurant-catering: finalmente, dopo settimane di attesa, in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 19 febbraio scorso del Decreto 30 dicembre 2021 del Ministero dello Sviluppo Economico,vengono ufficializzate le regole attuative di accesso ai contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Legge “Sostegni-bis” (articolo 1-ter). Si tratta di un intervento importante, poichè la misura in questione riguarda in particolare le imprese che hanno la propria sede legale o quella operativa in Italia e che nel 2020 hanno subito una riduzione del fatturato pari almeno al 30% rispetto all'anno precedente: nella sostanza, la somma globale messa a disposizione è di 60 milioni di euro, con 10 milioni di euro riservati al settore Horeca, altri 10 milioni di euro per il settore (diverso dal wedding) dell'intrattenimento, dell'organizzazione di feste e cerimonie, e 40 milioni di euro invece spettanti al settore del wedding. La domanda per accedere al beneficio in questione deve essere inoltrata esclusivamente in via telematica all'Agenzia delle Entrate e deve ovviamente contenere tutti i requisiti previsti per legge; relativamente alle aziende nate nel 2019, il periodo da prendere in esame è quello dei mesi di operatività del 2019, periodo da confrontare con il medesimo del 2020. Adesso manca solo un ultimo passo, poichè l'operatività delle disposizioni contenute nel decreto è subordinata all'approvazione della Commissione Europea.