Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 132 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

15/02/2022 - ABUSI EDILIZI, NASCE LA BANCA DATI NAZIONALE

Il processo di cambiamento del Paese è diventato ormai un obiettivo imprescindibile a tutti i livelli: il dramma della pandemia ha inevitabilmente accelerato tale dinamica, anche e soprattutto in considerazione del fatto che quanto accaduto negli ultimi due anni ha messo in luce in maniera inequivocabile la necessità di non tergiversare oltre; dopo anni e anni in cui si è sempre provveduto a posticipare determinati interventi, adesso si è giunti al momento in cui occorre per forza di cose agire in maniera importante. Fisco, Amministrazione Pubblica, Giustizia, Lavoro, sono alcuni degli argomenti cruciali su cui bisogna intervenire attraverso riforme strutturali, cambiamenti strategici e correzioni normative di vasta portata. Tra i temi più spinosi relativi alla difficoltà storica mostrata dal Paese nel far sì che il rispetto di leggi e i regolamenti venga sempre garantito rientra sicuramente quello dell'edilizia, settore in cui fronteggiare gli abusi è sempre stata un'impresa assai ardua. Nei giorni scorsi è stato computo un passo sicuramente rilevante in merito che, si spera e si pensa, possa dare un grande contributo in tal senso, poichè è stata istituita la Banca dati nazionale sull'abusivismo edilizio: tale organo ha visto la luce attraverso Decreto del Ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili. In sostanza, quindi, la piattaforma in questione fungerà da punto di riferimento nell'accogliere e mettere a disposizione tutte le informazioni relative agli immobili e alle opere che sono state realizzate senza rispettare i dettami normativi e il suo funzionamento è legato ovviamente alla collaborazione di diversi enti, a partire dai Comuni e coinvolgendo poi ministeri importanti come quelli della Cultura, della Giustizia, della Transizione Ecologica, dell'Economia e delle Finanze, oltre che l'Agenzia delle Entrate, chiamati a sostenere l'archivio fornendo i dati di cui sono in possesso. Attraverso questo corpus di dati sarà possibile quindi mettere in atto le necessarie azioni di contrasto per combattere in maniera efficace l'abusivismo, i cui effetti dannosi per il Paese si concretizzano in diversi ambiti, dalla sicurezza alla vivibilità stessa delle nostre città, senza dimenticare la tutela dell'ambiente.