Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 111 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

21/01/2022 - UE, PROROGA AGLI AIUTI PER IMPRESE ITALIANE

Nonostante la massiccia campagna di vaccinazione avvenuta tanto in Italia che negli altri Paesi del mondo, il susseguirsi delle varianti e la resistenza mostrata dal Covid-19 impediscono ancora di poter considerare conclusa in maniera vittoriosa la difficile battaglia contro la pandemia che affligge il Pianeta ormai da due anni. L'altalena periodica fra diminuzione e aumento del numero di contagiati, di ricoverati in terapia intensiva e di vittime, a seconda del successo dei vaccini e in genere delle misure adottate per contenere o provare a depotenziare il virus, continua e carica di incertezze e dubbi il presente, rendendo difficile capire quando si potrà effettivamente superare del tutto o quasi questa situazione globale complessa. Naturalmente tutto ciò influisce sullo stato di salute dei vari sistemi economici e il nostro Paese, purtroppo, risulta essere ancora particolarmente in difficoltà anche in conseguenza delle soluzioni scelte per contrastare la diffusione dei contagi: alla luce di questa realtà, l'Unione Europea ha scelto di prorogare ulteriormente gli aiuti a beneficio delle imprese italiane, che potranno così contare sul sostegno economico di Bruxelles fino alla data del 30 giugno 2022. Non a caso l'UE parla di una "seria criticità nell'economia di uno Stato membro, combattere la crisi sanitaria, e contribuire a far fronte alle comuni necessità produttive europee nell'attuale emergenza", e reputa necessario insistere su un piano di aiuti ritenuto appropriato e proporzionato. Oltre alla proroga delle tempistiche arriva anche un aumento sostanzioso delle risorse messe a disposizione, pari a 2 miliardi e mezzo di euro che, aggiungendosi ai 12 miliardi e mezzo precedentemente stabiliti portano il totale a 15 miliardi di euro.