Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 186 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

18/10/2021 - CASE DI INTERESSE STORICO E ARTISTICO, ECCO IL BONUS

Il patrimonio storico e artistico di quello che non a caso viene chiamato il Belpaese è pressoché sconfinato ed è opinione comune che non venga però, purtroppo, adeguatamente valorizzato, quantomeno per quel che concerne l'aspetto economico. Viene spesso detto, infatti, che il settore turistico italiano dovrebbe essere ripensato in maniera tale da poter far rendere appieno le bellezze del Nostro Paese, puntando sugli aspetti culturali e sulle ricchezze paesaggistiche, architettoniche, artistiche oltre che su quelle enogastronomiche. Insomma, esiste sicuramente la possibilità di far rendere al meglio determinate, importantissime risorse, a patto che si provveda a mettere in piedi strategie efficaci ed iniziative di valore, provvedendo al contempo a garantire la necessaria manutenzione e curando al meglio edifici, siti di interesse mondiale e tutto ciò che rappresenta un valore aggiunto. In merito a tale argomento è notizia di pochi giorni fa che finalmene è in arrivo il bonus destinato a favorire il restauro degli immobili dal riconosciuto valore storico e artistico: tali edifici, infatti, avranno la possibilità di usufruire di un credito di imposta pari al 50% delle spese effettuate per il restauro a fini conservativi nel corso degli anni 2021 e 2022. Il bonus in questione verrà concesso però nel rispetto del tetto massimo di 100.000 euro per ogni immobile di proprietà di persone fisiche. Tra le altre cose è bene aggiungere che l'agevolazione, sicuramente molto interessante, è resa ancora più appetibile dal fatto che oltre alle spese per le operazioni di restauro in senso stretto, rientrano nell'orbita del beneficio in questione anche quelle sostenute per la realizzazione di impianti o per la rimozione di barriere architettoniche; inoltre, il bonus potrà anche essere ceduto o, per chi lo desidera, essere utilizzato in compensazione. Per potersi aggiudicare il bonus è però indispensabile il rispetto di un requisito specifico, ossia che l'immobile non sia destinato all'esercizio di impresa, arte o professione.