Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 33 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

13/10/2021 - PRIVACY VS LOTTA ALL'EVASIONE, NOVITĄ IN ARRIVO

La lotta ai reati fiscali ha assunto una grandissima importanza negli ultimi anni, come è facile dedurre anche dalla sempre più stretta collaborazione fra diversi enti nel cercare di contrastare i fenomeni di evasione ed elusione fiscale anche attraverso lo scambio di informazioni sempre più preziose relative ai soggetti che, si presume, possono essere considerati a rischio. Questa battaglia è fondamentale sia per via delle enormi somme che ogni anno vengono sottratte allo Stato, sia perché riconducibile ad altre tipologie di reato molti gravi, dal riciclaggio legato alla criminalità organizzata fino ad arrivare al terrorismo. In tali ambito è diventato un tema sempre più spinoso la necessità di non andare contro a uno dei principi più importanti degli ultimi anni, vale a dire la necessità di garantire la tutela dei dati personali. Coniugare queste due esigenze non è sempre cosa semplice e non di rado risulta infatti particolarmente complicato riuscire a stabilire con esattezza il confine fra ciò che è lecito e ciò che invece va a ledere la privacy dei soggetti la cui posizione fiscale risulta poco chiara. In questa annosa questione sono frequenti interventi e disposizioni che provano via via a dirimere dubbi e incertezze e in tal senso, da pochi giorni, è arrivata una novità di rilievo che, con molta probabilità, darà vita a commenti e discussioni sin dai prossimi giorni. Il Decreto Legge n. 139 datato 8 ottobre 2021 ha come titolo  "Disposizioni urgenti per l'accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonchè per l'organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali" e sembra tracciare una linea abbastanza chiara in materia, sottolineando come al momento debba essere considerata preminente la necessità di stanare chi evade il Fisco danneggiando quindi l'intera collettività: viene infatti sancito come, in nome della lotta all'evasione fiscale, i dati dei contribuenti, inclusi anche quelli sensibili, potranno circolare liberamente all'interno della Pubblica Amministrazione e quindi venire utilizzati laddove si reputasse utile farlo. Ora bisognerà capire come tale importante novità troverà applicazione in concreto e attendere eventuali nuovi interventi in materia.