Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 80 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

10/06/2021 - MUTUI AGEVOLATI PER UNDER 36: OCCHIO ALL'ISEE

Il tema delle agevolazioni fiscali rappresenta ancora un punto di forza per il nostro sistema economico, anche se sempre più spesso si sta spingendo per una riforma del Fisco profonda e strutturale, capace di dare un nuovo volto anche ai rapporti fra Stato e contribuenti, improntato sempre meno a soluzioni ad hoc o riservate solo a determinate categorie, con una visione considerata quasi assistenzialistica, per far spazio a un rapporto basato su equità, sostenibilità e trasparenza tout court, dove il ricorso a soluzioni una tantum sarebbe fortemente ridota rispetto ad oggi. La necessià di modifiche e cambiamenti risulta sempre più necessaria anche per via delle mutate condizioni sociali, culturali ed economiche entro cui il Fisco agisce, e a tal proposito è emblematico anche ciò che accade per alcune agevolazioni pensate per i più giovani: basti pensare alla possiblità di ottenere un mutuo a condizioni facilitate per gli under 36 che hanno in programma di comprare la loro prima casa. Il decreto Legge n. 73 del 25 maggio 2021, noto come "Decreto Sostegni Bis", all'articolo 64, infatti, tratta proprio l'argomento sopra citato, ossia l'agevolazione per i mutui prima casa di soggetti al di sotto dei 36 anni nel periodo che va dal 26 maggio 2020 al 30 giugno 2022: condizione indispensabile per poter usufruire di questo vantaggio è però un Indicatore di situazione Economica Equivalente pari o inferiore a 40mila euro. Questo criterio, però, sta di fatto bloccando moltissime richieste: sono infatti tanti i giovani che vivono ancora a casa con i genitori e il cui ISEE, cumulandosi con i redditi e le situazioni patrimoniali dell'intero nucelo familiare, supera il limite fissato dal Decreto Legge in questione. La situazione è quindi alquanto singolare e, oltre alle difficoltà inerenti alla possibilità di poter aderire a un vantaggio importante per l'acquisto della prima casa, fa riflettere per quel che concerne le scelte, in molti casi forzate, per tanti giovani che comunque preferiscono o sono costretti a continuare a vivere sotto lo stesso tetto dei genitori ache ben oltre la soglia dei 30 anni.