Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 91 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

26/04/2021 - FISCO, DICHIARAZIONI SEMPRE PIŁ COMPLESSE

La necessità di non rimandare ulteriormente la tanto agognata riforma fiscale è di nuovo un tema all'ordine del giorno, poiché tale grande novità è vista praticamente da tutte le forze politiche in gioco come uno dei primi e fondamentali passi che il Paese dovrà compiere per rimettersi in carreggiata e puntare a una ripresa economica profonda e quantomai indispensabile. Sono tanti e tutti molto rilevanti gli argomenti in ballo, ma accanto a concetti quali trasparenza, equità e sostenibilità come elementi cardine su cui dovrà poggiarsi il sistema fiscale e a cui quindi dovrà puntare senza indugi la riforma, ve ne è un altro da non trascurare: la semplificazione, a cui poi è legato a filo doppio quello della comprensibilità. Si tratta di concetti assolutamente di primissimo piano, considerando che il Fisco dovrà mutare anche da un punto di vista culturale e del rapporto con i contribuenti: un sistema fiscale arcigno e per di più poco intelligibile e particolarmente farraginoso non può certamente contare sull'appoggio dei contribuenti. La necessità di semplificare è particolarmente urgente soprattutto alla luce della realtà degli ultimi anni: senza dilungarci troppo su questioni tecniche, basta dire che nell'ultimo quinquennio le istruzioni necessarie per compilare il modello reddito delle persone fisiche sono aumentate di qualcosa come 90 pagine, ossia poco meno di 20 pagine all'anno. L'auspicio è dunque quello di intervenire, in generale, sul concetto di semplificazione, riconoscendo comunque sempre ai professionisti del settore fiscale il ruolo di grandissima importanza come intermediari fra Stato e cittadini, fra Fisco e contribuenti.