Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 69 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

24/03/2021 - MISURE PER ENTI LOCALI NEL DECRETO SOSTEGNI

I diversi Governi, alle prese ormai da oltre un anno con il dramma della pandemia da Coronavirus, hanno dovuto fronteggiare difficoltà inimmaginabili fino a poco tempo fa e per cercare di farlo in maniera adeguata hanno dovuto mettere in atto misure assolutamente straordinarie anche a livello economico. A questa regola forzata, naturalmente, non ha potuto sottrarsi il nostro Paese e lo Stato ha dato vita a interventi mai visti prima che purtroppo, però, non sono e non possono essere sufficienti per risolvere le innumerevoli situazioni di difficoltà. Tuttavia, in attesa di poter arrivare a risultati realmente soddisfacenti in ambito sanitario e nella speranza che in tal senso la campagna di vaccinazione possa portare cambiamenti significativi alla situazione attuale, lo Stato continua a proporre soluzioni provvisorie a getto continuo: il recente Decreto Sostegni va ancora in questa direzione e, tra i soggetti interessati agli interventi in oggetto, troviamo anche gli enti locali. Da segnalare come i fondi individuati nei mesi precedenti siano stati incrementati, con gli enti locali che si troveranno a beneficiare di una dotazione complessiva di 1.500 milioni di euro, ossia 1.000 milioni in più rispetto ai 500 milioni precedentemente previsti. Per le regioni arriva un miliardo di euro a titolo di rimborso per le spese sanitarie legate all'acquisto di dispositivi di protezione individuale e ad altri beni sanitari legati alla pandemia. Da segnalare anche le somme erogate al fine di sostenere il trasporto pubblico locale e regionale dei passeggeri, con ulteriori 800 milioni di euro che vanno ad aggiungersi ai 500 milioni di euro stanziati per il 2020. Anche i Comuni beneficeranno di sostegno economico, con 250 milioni di euro come parziale rimborso per le minori entrate causate dalla mancata riscossione dell'imposta di soggiorno e del contributo di sbarco e altri 87,5 milioni di euro di aumento del fondo avente come obiettivo quello di compensare la perdita di gettito dei Comuni medesimi.