Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 61 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

23/02/2021 - PROROGA PER IL BONUS VACANZE

Tra le numerose iniziative legate al tentativo di far ripartire il Paese dopo il trauma della pandemia da Coronavirus, il bonus vacanze è senza dubbio una delle più discusse in assoluto. L'agevolazione in questione viene introdotta dal Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020 (articolo 176), cioè dal noto "Decreto Rilancio": le opinioni dedicate al bonus vacanze sintetizzano per certi versi l'andamento stesso degli umori dei cittadini nei confronti delle misure adottate nel tentativo di fronteggiare la pandemia, risultando altalenanti se non proprio diametralmente opposte nello spazio di pochi mesi. Salutato come simbolo della voglia di superare i mesi di shock iniziali e di tornare alla normalità, favorendo al contempo il sostegno all'economia nazionale e la riscoperta del turismo made in Italy, in breve ha suscitato polemiche di ogni genere, sia per la difficoltà da parte degli utenti di accedere in concreto ai vantaggi del bonus, sia per la seconda, violenta ondata di contagi che ha indotto a pensare che incentivare il turismo non sia stata una buona idea. Ad ogni modo, anche in conseguenza delle oggettive difficoltà manifestate da migliaia di cittadini riguardo alla possibilità di usufruire di questo beneficio, si è deciso di prolungare ulteriormente i tempi entro cui accedere al bonus: pertanto, la scadenza fissata al 30 giugno 2021 è stata portata fino al 31 dicembre 2021. Ricordiamo che il bonus viene riconosciuto nella somma di 150 euro per il richiedente singolo, di 300 euro per un nucleo familiare composto da due persone e di 500 euro per nuclei con tre o più componenti: condizione indispensabile per accedere al bonus è un ISEE non superiore a 40.000 euro. Gli aventi diritto potranno spendere la somma riconosciuta per prenotare in bad & breakfast, alberghi, campeggi, agriturismi o villaggi turistici in Italia.