Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 55 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

08/01/2021 - RESTO AL SUD, NOVITĄ

La necessità di sostenere aziende e lavoratori continua a rappresentare una delle sfide più importanti in un periodo storico per molti versi unico, dove persistono le difficoltà legate alla pandemia tuttora in corso. Tale necessità si fa ancora più stringente in riferimento a particolari categorie o a determinate aree geografiche che, più di altre, stanno soffrendo la situazione attuale. A tale proposito occorre tenere sempre viva l'attenzione sul Mezzogiorno italiano, ed è opinione comune che, accanto e oltre agli interventi di tipo assistenzialistico, serva più che mai favorire l'imprenditoria e l'accesso al mondo dell'occupazione. Le recenti misure adottate sembrano voler andare in questa direzione: si pensi ad esempio al fatto che si è provveduto a inserire una modifica per quel che concerne il finanziamento alle start up relativamente all'iniziativa "Resto al Sud", attraverso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2021, ossia la Legge n. 178 del 30 dicembre 2020. Innanzitutto è molto importante sottolineare che la platea dei beneficiari viene allargata, coinvolgendo ora i soggetti fino ai 55 anni (prima il limite massimo era 46 anni) e ricordare che le agevolazioni in questione non riguardano settori come le attività agricole e il commercio: la richiesta può essere avanzata, inoltre, dalle società e dalle ditte individuali costituite dal 22 giugno 2017 in poi oppure in via di costituzione, con l'obbligo in tal caso di costituzione entro 60 giorni dall'approvazione. Ricordiamo inoltre che, escludendo l'IVA, il contributo copre l'intero investimento.