Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 55 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

26/10/2020 - DISPARIT└ DI GENERE, AGEVOLAZIONI PER IL 2021

Il problema della disparità tra uomo e donna in ambito lavorativo non può dirsi ancora, purtroppo, superato: persistono infatti differenze sostanziali importanti che si sta provando a eliminare o quantomeno a ridurre attraverso specifici provvedimenti. La Legge Fornero, vale a dire la Legge n. 92 del 28 giugno 2012 conteneva una precisa agevolazione a favore delle assunzioni di donne che rientrano in un settore economico o in una professione con disparità occupazionale di genere accentuata: tale beneficio è attuabile a tutte le donne senza un impiego retribuito regolarmente da 24 mesi oppure da 6 mesi se residenti in una delle aree considerate svantaggiate, senza limiti di età. Nel corso di ciascun anno solare si provvede poi all'emanazione di un decreto interministeriale da parte del Ministero dell'Economia e del Ministero del Lavoro su tale argomento, sulla scorta di elaborazioni effettuate dall'ISTAT sui dati riferiti all'anno precedente. Il concetto di disparità, a tale riguardo, si concretizza se supera il tasso medio di minimo il 25%: con riferimento al 2021 è apparso pochi giorni fa il consueto decreto interministeriale a cui si faceva cenno prima (n. 234 del 16 ottobre 2020) dove si riporta che il tasso di disparità medio per il 2019, secondo quanto rilevato, è del 9,3%. Il tasso di disparità rilevante, purtroppo riconducibile a numerosi settori economici, viene quindi individuato in quei settori in cui si supera la soglia dell'11,6%.