Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 74 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

23/10/2020 - LIMITAZIONI, ONERI, MISURE SPECIALI: ANCORA TANTE INCERTEZZE

"Le ultime vicende legate alla diffusione del Coronavirus e al tentativo di contrastarlo, tanto in Italia quanto nel resto del mondo - sono le parole dell'Amministratore Unico del Caf Italia, la Dottoressa Maria Emilda Sergio - hanno evidenziato il persistere di una situazione molto complessa, dove emergono parecchie criticità ancora purtroppo ben salde. Nonostante le avvertenze e i tentativi di invitare tutti alla prudenza al cospetto dei progressi fatti registrare nei mesi scorsi, non era facile lasciarsi andare all'entusiasmo e illudersi che tali progressi sarebbero continuati senza incontrare battute d'arresto. Tuttavia - aggiunge ancora la Dottoressa Maria Emilda Sergio - adesso la realtà parla di un nemico forte e ostico da affrontare e che richiede grande impegno e senso di responsabilità da parte delle istituzioni, ma che impone i medesimi obblighi a ogni singolo cittadino". 

Come era abbastanza scontato, il nuovo intervento dell'Esecutivo, di cui si è fatto portavoce il Presidente del Consiglio ricalcando nelle modalità quanto avveniva nei mesi più acuti della pandemia, ha riacceso le discussioni sul tema delle misure da adottare in questa nuova fase, sicuramente molto difficile da decifrare, come peraltro dimostrano le differenze di vedute esistenti in seno al dibattito sull'argomento. Infatti, c'è chi reputa eccessivi e immotivati, se non spesso dannosi, determinati provvedimenti, a cui vanno però contrapponendosi i sostenitori dell'idea che invece le misure adottate siano troppo blande e sarebbe stato necessario agire con maggiore energia e severità per avere risultati importanti nella lotta al Covid-19. In ogni caso, sicuramente non è da considerarsi conclusa la fase dei provvedimenti temporanei così come, inevitabilmente, la sequela pressoché infinita di discussioni, proposte e controproposte.

Tra le numerose voci che si rincorrono senza soluzione di continuità troviamo comunque anche misure che prendono concretamente corpo e che riescono a dare un contributo ai cittadini in un momento difficile come quello che stiamo vivendo adesso. Segnaliamo a tal proposito il recente decreto legge approvato nei giorni passati, nel più ampio contesto della manovra economica, da parte del Consiglio dei Ministri e inerente alla proroga fino al 31 dicembre 2020 delle sospensioni dei pagamenti delle cartelle esattoriali già ricevute dai contribuenti: il decreto legge in questione è stato quindi firmato dal nostro Presidente della Repubblica. E in continuità con tale stop, ne arriverà probabilmente un altro relativo ai pignoramenti in corso delle pensioni e degli stipendi, sempre fino al termine del 2020.

"Qualsiasi iniziativa istituzionale che vada in direzione del sostegno ai cittadini in questo momento di grande difficoltà - dice la Dottoressa Maria Emilda Sergio, Amministratore Unico del Caf Italia - non può che essere accolta in maniera favorevole, fermo restando il dovere di pensare anche alle Casse dello Stato e di far sì che ogni iniziativa sia sostenibile a livello economico. È di grande importanza adesso concentrarsi sul presente ma sarebbe estremamente dannoso per il Paese non tenere il futuro nella dovuta considerazione: l'auspicio è che qualsiasi scelta fatta, dalla più semplice agevolazione fino alla complessa riforma fiscale, sia guidata dal coraggio e dalla tempestività, ma sempre con la dovuta lucidità - conclude la Dottoressa Maria Emilda Sergio - e con la necessaria lungimiranza".