Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 22 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

01/07/2020 - ENTI DEL TERZO SETTORE, CONDIZIONI PER CREDITO DI IMPOSTA

Il credito di imposta rappresenta uno strumento largamente diffuso e utilizzato dai contribuenti per beneficiare di agevolazioni fiscali che hanno un peso abbastanza importante nell’attività economica di aziende e privati; in un periodo come quello attuale, segnato da grandi difficoltà a causa dell’emergenza creata dal Coronavirus e dalla conseguente chiusura delle attività produttive per un lungo periodo, tale strumento riveste un’importanza vitale per moltissimi soggetti. A tal proposito va segnalato come il Decreto Rilancio, ossia il Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020, abbia previsto il beneficio del credito di imposta per le locazioni ad uso non abitativo anche per gli enti appartenenti al terzo settore. A tal proposito è fondamentale però certificare come gli enti in questione utilizzino i locali condotti in locazione, al fine di capire quali siano i parametri a cui bisogna necessariamente attenersi per usufruire del credito, così come specificato dalla Circolare n. 14/E del 6 giugno 2020 a firma dell’Agenzia delle Entrate. Fa chiarito innanzitutto che nello stesso immobile gli enti del terzo settore possono svolgere attività commerciale e anche attività non commerciale, per cui il primo passo è vedere se gli immobili sono utilizzati esclusivamente per attività di tipo istituzionale o in maniera mista pure per attività commerciale. Qualora l’ente svolga solo attività istituzionale non serve la verifica del calo del fatturato, fermo restando l’obbligo di non aver superato il tetto dei 5 milioni di euro di compensi o ricavi nel periodo di imposta precedente, cioè nel 2019; nel caso in cui l’immobile venga utilizzato anche per attività commerciale occorre tener conto del requisito del calo del fatturato del 50% nel mese di riferimento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente , limitatamente però per la parte di canone corrisposto per l’appunto per l’attività commerciale. Ricordiamo infine che il credito di imposta interesserebbe i mesi di marzo, aprile e maggio 2020.