Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066




click 113 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

21/05/2020 - STOP AL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PER ARTIGIANI E COMMERCIANTI

L’ingresso del Paese nel cuore della delicatissima Fase 2 legata all’emergenza Covid-19 e alle conseguenti misure di sicurezza sanitarie prima e agli strumenti scelti per porre un freno alle inevitabili gravissime perdite economiche poi, è per forza di cose, come ampiamente prevedibile, caratterizzato da una febbrile attività governativa. Si cerca adesso in tutti i modi di far ripartire la nostra economia, provando anche attraverso bonus e agevolazioni a venire il più possibile incontro a professionisti, aziende e in genere a tutti i contribuenti nella difficile fase di ritorno graduale alla normalità. Tra le soluzioni previste troviamo anche la possibilità per tanti soggetti di rimandare l’obbligo di onorare i pagamenti previsti dalla legge, poiché il differimento di tali oneri dovrebbe poter consentire una minor pressione e quindi la possibilità di poter contare, per tanti lavoratori e numerose aziende, su risorse più ampie in questo momento particolarmente complesso. Attraverso la Circolare n. 59 dello scorso 16 maggio l’INPS ha provveduto a fornire delucidazioni in merito a una importante comunicazione contenuta nel Decreto Liquidità, ossia la sospensione dei versamenti contributivi dello scorso 18 maggio per gli artigiani e i commercianti: molto importante è specificare altresì che lo stop dell’obbligo contributivo in questione non è classificabile come aiuto di Stato, mentre da un punto di vista meramente operativo l’Istituto conferma i codici comunicati in precedenza. Relativamente alla nuova scadenza per il versamento in oggetto essa viene fissata al 30 giugno 2020, anche se la circolare fa riferimento a nuove istruzioni e si prevede una possibile proroga fino al 16 settembre 2020.