Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 36 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

24/10/2019 - NELLE CASSE DELLO STATO MANCANO 934 MILIARDI DI EURO

74 miliardi e mezzo di euro rappresentano sicuramente una somma considerevole, molto importante soprattutto se riferita a quanto sarebbe possibile provare a recuperare nellle casse dello Stato per quel che concerne i debiti non riscossi; tuttavia, tale importo risulta ben poca cosa se rapportato all’intera cifra di debiti non riscossi, che si aggira intorno ai 1.000 miliardi di euro, toccando per la precisione quota 934 miliardi, secondo quanto risulta dai conti dell’Agenzia delle Entrate. Lo stesso istituto a questo punto, chiamato a una riflessione in merito, ipotizza la necessità di mettere in atto un intervento di pulizia radicale visto che per le regole sulla rendicontazione la cancellazione dei ruoli inesigibili avviene molto in là nel tempo (ci sono ruoli che troveranno scadenza e potranno essere espunti solo nel 2042) e questo vuol dire: continuare attività di notifica e tentativi di recupero per non incappare nella prescrizione e nella contestazione di non aver agito per il recupero delle cartelle. Sempre sulla scorta di quella che è la realtà sotto gli occhi delle Entrate, esiste una convenzione annuale tra Agenzia della riscossione e la Guardia di finanza, quest'anno si prevedono 300 interventi sulle situazioni delicate e problematiche di morosità superiore a 100 mila euro». Nella categoria dei morosi rilevanti ci sono 400 mila soggetti che rappresentano, in valore, il 70% del carico dei ruoli affidati all'Agenzia della riscossione. Adesso è estremamente interessante valutare cosa accadrà nel breve e medio periodo e quali saranno le iniziative sul lungo periodo in materia.