Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 20 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

30/05/2019 - VINCITORI DI CONCORSO, OK AL REGIME FORFETTARIO

L’universo delle partite Iva è di frequente al centro delle discussioni in materia fiscale e il tema del regime forfettario, nello specifico, rappresenta sempre un argomento particolarmente delicato e, per certi aspetti, abbastanza complesso. Negli ultimi giorni si è fatto spazio un quesito in particolare, legato a quanto sopra accennato, quesito che ha richiesto l’autorevole intervento di un soggetto come l’Agenzia delle Entrate: nello specifico, ci riferiamo all’inquadramento di coloro che si trovano nella posizione di aver vinto un concorso pubblico per una prestazione di lavoro autonomo, bandito da un ente pubblico, con cui è intercorso un rapporto di lavoro dipendente nel corso del periodo di sorveglianza: a tal proposito, l’Agenzia afferma che tale soggetto ha il diritto di usufruire del regime forfettario. Le Entrate si sono pronunciate sull’argomento mediante la risposta n. 163 del 28 maggio 2019, relativamente alla causa ostativa all’applicazione del suddetto regime forfettario secondo quanto previsto dalla nuova lettera d-bis) del comma 57 dell'art. 1 della legge 190/2014, come modificata dalla legge di Bilancio 2019. nel caso di specie, e in particolare con riferimento al rapporto di lavoro autonomo tra un professionista e l’ente pubblico in conseguenza della vincita del concorso pubblico, non si ha una trasformazione artificiosa di attività di lavoro dipendente in attività di lavoro autonomo; qualora invece tale rapporto fosse riconducibile a una tipologia di lavoro dipendente, il contribuente non potrebbe beneficiare dell’applicazione del regime forfettario a ai fini fiscali.