Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 37 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

17/05/2019 - SI INTENSIFICA LA LOTTA CONTRO LE FRODI CAROSELLO NELL’UE

Un gruppo formato da 63 giornalisti investigativi appartenenti a 30 diversi Paesi ha portato avanti un’inchiesta molto importante nel contesto dell’Unione Europea, denominandola “La grande rapina d’Europa”: in questa indagine i soggetti in questione hanno analizzato scrupolosamente più di 300mila pagine di documenti confidenziali legati a intercettazioni telefoniche, e-mail, indagini penali. Obiettivo di questa impresa colossale è quello di far luce sulle frodi in seno all’UE riconducibili all’Iva, reati che sottraggono agli Stati, ogni anno, somme che superano i 50 miliardi di euro. L’attenzione si concentra specialmente su quelle che sono denominate “frodi carosello”, ossia quel sistema che consente di richiedere il rimborso dell’Iva che non è mai stata in realtà versata: a consentire di mettere insieme il sistema fraudolento in questione sono le cosiddette cartiere, ossia società fittizie create proprio con lo scopo di alimentare lo schema carosello. La società fittizia viene intestata a un nullatenente o a un prestanome, e provvede all’acquisto della merce da un altro Stato membro (da notare: si tratta di operazione esente perché intracomunitaria) e poi rivende, aumentando il prezzo, a una terza società sotto il proprio controllo. Toccherà proprio a quest'ultima società richiedere il rimborso Iva, mentre la società fittizia scompare o diventa insolvente prima che il Fisco possa riscuotere l'Iva dovuta. I prodotti preferiti per mettere in atto queste dinamiche sono quelli di basso volume e alto valore, ma questo tipo di truffa attecchisce spesso anche su beni immateriali. Diverse soluzioni sono state messe in atto dai singoli Stati e dall’Unione Europea, come ad esempio il trasferimento della responsabilità dei pagamenti Iva al soggetto ricevente (non più al fornitore) mediante il meccanismo dell’Inversione contabile o reverse charge e nuove soluzioni sono tuttora in fase di valutazione per poi essere approvate.