Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 79 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

30/04/2019 - DETRAZIONI RISPARMIO ENERGETICO PERMANGONO ANCHE IN ASSENZA DI COMUNICAZIONE ALL’ENEA

Le informazioni relative ai lavori di ristrutturazione edilizia che hanno come conseguenza anche il risparmio energetico devono essere comunicate all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ente noto col nome di ENEA; la Legge di Bilancio 2018, infatti, aveva provveduto a inserire l’obbligo di trasmissione all’ente sopra indicato di alcune informazioni relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per poter così consentire agli aventi diritto di beneficiare delle agevolazioni previste, ossia la detrazione del 50% fino alla data del 31 dicembre 2019. Sull’argomento però si è reso necessario un chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate che, per mezzo della Risoluzione n. 46/E datata 18 aprile 2019, ha affermato che il beneficio previsto dalla legge relativo alla detrazione fiscale non viene meno in caso di mancata o tardiva comunicazione di dette informazioni all’ENEA. In linea con un parere espresso dal Ministero dello Sviluppo Economico, le Entrate infatti, pur ribadendo l’obbligatorietà per il contribuente di trasmettere tali informazioni, sottolineano come l’inosservanza di tale onere non abbia come conseguenza la perdita del diritto alla detrazione. In attesa di ulteriori chiarimenti in materia da parte delle istituzioni e degli enti preposti, per qualsiasi informazione è sempre possibile rivolgersi alle sedi del Caf Italia presenti su tutto il territorio nazionale.