Iscritto all'Albo CAF del Ministero delle Finanze n.00066



click 28 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

29/04/2019 - CREDITO DI IMPOSTA CINEMA, CHIARIMENTI DAL MIBAC

La direzione generale del Ministero per i beni e le attività culturali si è espressa di recente in merito a un argomento di grande interesse, ossia il credito di imposta a beneficio del settore cinematografico, da sempre uno dei settori di punta per il patrimonio artistico-culturale e anche economico del nostro Paese: il chiarimento a cui ci riferiamo è avvenuto mediante avviso pubblicato sul sito istituzionale dello stesso Mibac. Si tratta, in particolare, di precisazioni, integrazioni e variazioni riguardo al Vademecum del medesimo Ministero nella sua versione precedente. Innanzitutto si specifica che è necessario comunicare in maniera tempestiva all'Amministrazione l'eventuale trasferimento da un soggetto a un altro della gestione di una sala per la quale sia stato richiesto un beneficio o un riconoscimento; inoltre, è possibile creare un'unica domanda di credito di imposta in caso di lavori che riguardino interventi strutturali e interventi di adeguamento tecnologico e strutturale. È altresì indispensabile rappresentare in maniera adeguata eventuali costi per lavori edili nel Piano dei Costi, presentando in maniera precisa la documentazione richiesta; altri chiarimenti riguardano invece la necessità di firmare digitalmente tutte le autodichiarazioni fornite dal soggetto richiedente, eccezion fatta per quelle rese da terzi (tuttavia, va firmata digitalmente anche la certificazione sull'effettività delle spese sostenute da parte dei soggetti indicati dal DM “altri tax credit).